trough art

L’arte come mezzo per indagare se stessi e il gruppo con le sue dinamiche

 direzioni di senso possibili in un percorso di educazione all’arte

o meglio

attraverso l’arte

introduzione

l’arte, la cultura e tutte le forme artistiche in genere si materializzano nel
nostro spazio come esperienza imprescindibile per crescere. L’arte e il bello, l’esperienza del progetto e del fare guidano i nostri laboratori e ci permettono di condividere e inventare ogni giorno nuove situazioni: dalle visite animate alle mostre per musei e festival d’arte, ai compleanni laboratorio, dalle attività di animazione per feste di strada ai percorsi di educazione all’arte contemporanea nelle scuole, ai campi d’arte estivi.

tre fasi

1 avvicinamento all’opera d’arte (visita animata, lettura informale e partecipata dell’opera)

2 allontanamento produttivo (attivazione del circolo ermeneutico | brainstroming | laboratorio)

3 riavvicinamento (un’ultima rilettura dell’opera in relazione alla trasformazione  attivata nelle fasi di confronto e laboratorio)

metodo

logia

In realtà parliamo di educazione all’arte contemporanea ma intendiamo quel processo ben descritto da Herbert Read nel suo testo |anni ’30 del 900| EDUCATION THROUGH ART.

Il riferimento è a un insieme di strategie educative per le quali l’opera non è oggetto di studio, non viene definita secondo nozioni univoche fornite dall’operatore ma è mezzo d’indagine di un individuo e del gruppo. Un mezzo per educare (trough e non to).

 

Finalità

 

“[…] l’educazione fra pari

il processo grazie al quale dei giovani,

istruiti e motivati, intraprendono

lungo un periodo di tempo

attività educative,

informali o organizzate, con i loro pari

(i propri simili per età e interessi),

al fine di sviluppare il loro sapere,

modi di fare e abilità

per renderli responsabili e

 proteggerli,

L’educazione fra pari ha luogo in piccoli gruppi

o con un contatto individuale e in molteplici posti:

in scuole, circoli, chiese, luoghi di lavoro, sulla strada

o in un rifugio o dove i giovani si incontrano.”

 

(Education) Through art è una strategia educativa volta ad attivare un processo spontaneo di scambio di conoscenze e creazione di nuovi significati (e significanti | la produzione culturale e artistica dei partecipante che viene costantemente documentata e conservata per poi essere esposta alla collettività), di esperienze da parte di alcuni membri di un gruppo ad altri membri di pari; un intervento che mette in moto un processo di comunicazione globale, caratterizzato da un’esperienza di ricerca e di produzione di nuovo.

Una vera e propria occasione per il singolo soggetto, il gruppo dei pari o la classe scolastica, per discutere liberamente e sviluppare momenti trasversali che arricchiscono la comunità scolastica e possono aver una ricaduta quindi anche sul contesto sociale locale.

 

Rappresenta inoltre un’opportunità per fare un’esperienza educativa attraverso l’arte e sapersi orientare in una mostra o in un museo d’arte moderna o contemporanea.

 obiettivi

  • Fare dei ragazzi dei soggetti attivi della propria formazione, coinvolgendoli in un modo di operare completamente diverso rispetto ai tradizionali metodi di formazione. In laboratorio non sono più gli adulti a trasferire contenuti, valori, esperienze: sono invece i giovani stessi a confrontarsi fra loro, scambiandosi punti di vista, ricostruendo problemi ed immaginando autonomamente soluzioni, pur sapendo di poter contare sulla collaborazione di adulti esperti.
  • Saper leggere un’opera d’arte contemporanea
  • Innescare una lettura del tempo presente.
  • Imparare ad apprendere entro una realtà in continua trasformazione come quella dell’arte contemporanea.
  • L’apprendimento non è più l’esito di un processo di stimolo | risposta, ma un processo d’integrazione di una molteplicità di informazioni formali, non formali, informali.

Si attiveranno in diversi momenti le seguenti strategie educative informali

BRAINSTORMING |CIRCOLO ERMENEUTICO |PROBLEMSOLVING

I diversi punti di vista emersi nel brainstorming contribuiranno a costruire nuove direzioni di senso collettive e individuali.

Nella dimensione fisica del circolo si potranno appianare difficoltà e conflitti attraverso la parola o anche strumenti diversi come la musica

(possibilità di inserire uno dei mediatori culturali di ittico e lamediazione scolastica con un tutor professionista |Possibilità di inserire l’intervento di un musicoterapista nel circolo ermeneutico)

Nella progettazione e nel lavoro e nel ritornare poi ai propri posti questi nuovi concetti contribuiranno a una nuova visione, variegata e complessa, dell’essere.

In laboratorio le domande diverranno anche di ordine pratico e permetteranno di intuire, ideare e metter in pratica strategie di PROBLEMSOLVING.

Il lavoro verrà suddiviso in gruppi con dei referenti tra gli studenti nell’ottica della PEER EDUCATION

Le opere non disponibili ma utili all’approfondimento saranno visionate in powerpoint

contenuti

INCIPIT

Attivazione del brainstroming sull’arte e l’artista| il ruolo dell’arte e dell’artista nella società | il nostro ruolo

  • Arte contemporanea: una questione di sguardi

/bibliografia : Umberto Eco Opera Aperta 1961/

LO SGUARDO DEL FRUITORE AL CENTRO DELL’OPERA

Non solo l’opera in sé e per sé, ma l’intento che l’artista ha: egli è concentrato su chi vedrà l’opera. Sa che potrà con la sua opera scuotere/ risvegliare/ stimolare lo sguardo / provocare / far scaturire domande /attivare il sapere e il riflettere /coinvolgere.

Contesto storico |Gli anni 60 e l’optical art ( es: Vengono proiettate opere d’arte e video opera biasi/ oppure primo spezzone filmato optical mostra di New York, dalla quale si vede bene il ruolo diverso del pubblico rispetto a una mostra tradizionale. Alcune di queste opere sono presenti nella collezione di Franca Mancini, dell’omonima Galleria a pochi passi dall’istituto Mengaroni.)

2

Visita a CA’ PESARO /in mostra da Febbraio il 900 in pittura/ circolo ermeneutico in galleria

Operare sinestesie | produrre metafore (tra opera / individuo / collettività)

Questi prodotti teorici diventeranno direzioni di senso in laboratorio

3

Laboratorio

Problemsolving

Produzione di concetti e traslazione in strumenti educativi | didattici per i compagni (es: piccoli testi illustrati di supporto alla visita a una mostra contemporanea, piccoli strumenti di visione, piccoli glossari o elenchi di domande interattive che possano guidare un ipotetico visitatore di uno spazio d’arte nel percorso, etc…)

luoghi

ITTICO ARTLAB Via SABBATINI 13

Galleria Ca’ Pesaro

Galleria Franca Mancini

Contenuti

Il progetto offre l’opportunità di visitare un luogo d’arte del territorio (in una sedimentata collaborazione con Galleria Franca Mancini, Centro Arti Visive Pescheria e altri luoghi d’arte), leggere criticamente la poetica di artisti contemporanei e opere, di operare confronti, di comprendere facendo esperienza con le mani, e ancor più di confrontarsi, ascoltando gli altri, tutte abilità che l’arte aiuta ad acquisire, supportando conoscenze che servono per un’esperienza di crescita.

Se si forniscono agli individui gli strumenti per leggere un’opera d’arte contemporanea, essa diventa per tutti un testo aperto e ricco di spunti per comprendere meglio il nostro tempo, la complessità di significati e di emozioni che caratterizzano la realtà che ci circonda.

A questa domanda l’arte ha sempre risposto, sin dai suoi esordi: ittico propone un excursus nell’arte contemporanea (poetiche, modalità, tecniche artistiche e extraartistiche)in cui le direzioni di senso suggerite dall’operatore mirano a coinvolgere gli utenti in un’esperienza estetica e pragmatica.

Lavorare individualmente e in gruppo eserciterà le capacità di lettura e di interpretazione, allenando la capacità di dialogare e di confrontarsi.

METODOLOGIA

Le metodologie alle quali si fa riferimento sono molteplici, dall’esperienza dell’arte secondo il metodo Dallari Francucci, alle metodologie di De Bartolomeis all’esperienza Munariana, alle teorie del circolo ermeneutico e dell’operare sinestesie e metafore, alle strategie educative di peer education e attivazione del problemsolving.

 

Destinatari

 

 

Scuola secondaria superiore

 

Tempi e luoghi

 

Da Marzo a Maggio, in orari da concordare direttamente con i referenti.

3 incontri da due ote

allestimento di un evento finale collettivo e aperto alla cittadinanza

Possibilità di proseguire l’esperienza in alternanza scuola lavoro con tutor dell’associazione, assistendo alla progettazione di percorsi educativi e strumenti didattici per i percorsi.

 

Ulteriori aspetti tecnici

 

I percorsi sono composti da una visita animata ad una Mostra e/o un luogo d’arte più laboratorio propedeutico (durata totale due ore) e due incontri laboratoriali (durata due ore su due tecniche differenti a incontro) da svolgersi a scuola. Si rende necessario un proiettore a scuola

Opzionale: evento conclusivo (mostra didattica e/o laboratorio per le famiglie degli alunni e gli insegnanti| evento aperto alla cittadinanza e che si ripete in spazi limitrofi e | o della scuola- in tempi anche extrascolastici)

 

Referenti

Progetto e coordinamento, percorsi in galleria e laboratorio

Luana Colocci 3297236551

ITTICO ARLAB ASS CULT NO PROFIT

contributo all’associazione da concordare direttamente con la responsabile

 

bibliografia

Life skill e peer education: strategie per l’efficacia personale e collettiva, Milano, La Nuova Italia, 2001.

Education trough art, Herbert Read, 1934.

 

 

 


azione pittura collettiva festa via cavour 30 novembre (1)

sintetico

Pubblicato in: cosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...